La prima giornata di gare di Palermo2019 è andata in archivio da pochi minuti: sulla pedana della meravigliosa Piazza Bellini, per questo evento ribattezzata UniPegaso Arena, si sono svolte le finali di fioretto e spada maschile e di sciabola femminile. Tantissime le persone che hanno assistito agli assalti in piazza, così come in numerosissimi sono giunti durante la mattinata ed il primo pomeriggio al PalaMangano per lo svolgimento dei tabelloni.

Alle ore nove in punto l’inno di Mameli, suonato dalla Fanfara dei Bersaglieri, è stato cantato da tutto il PalaConad per l’inizio ufficiale dei campionati assoluti: la manifestazione tricolore di Palermo ha così preso il via.

Il primo cittadino di Palermo Leoluca Orlando ha inaugurato, con il Presidente della Federazione Giorgio Scarso, il centesimo campionato italiano assoluto di scherma.

“Dopo mesi di avvicinamento a questa importante manifestazione- ha dichiarato Orlando– con iniziative che hanno coinvolto le scuole, i quartieri, gli atleti della Nazionale in decine di momenti in tutta la città, è finalmente arrivato il momento più atteso con l’avvio di gare.
Gare che sono formalmente nazionali ma che, per l’altissima qualità degli atleti coinvolti, sono sicuramente di livello internazionale e olimpico.
Ancora una volta un caloroso ringraziamento alla federazione, agli atleti, alle scuole di scherma palermitane, ai tecnici e a tutti coloro che hanno reso possibile tutto questo”. 

Dopo un intenso tabellone svoltosi al PalaMangano,  di fronte a tantissimi spettatori entusiasti e a numerosissimi studenti delle scuole palermitane che hanno aderito al progetto “Le pedane vanno a scuola”, la manifestazione tricolore si è spostata nel cuore di Palermo, nella splendida Piazza Bellini. All’ombra delle cupole di San Cataldo, che hanno ispirato il logo di Palermo2019 (ideato da Ambra Giannone e Giusi Caruso), i primi atleti a salire in pedana sono state le ragazze della sciabola.

La prima semifinale di sciabola femminile ha visto prevalere Irene Vecchi nei confronti di Giulia Arpino; nella seconda, invece, Sofia Ciaraglia ha avuto la meglio su Benedetta Taricco. La prima finale, invece, a cui hanno assistito i palermitani, entusiasti e sempre più appassionati verso la scherma, è stata l’assalto tra i fiorettisti Andrea Cassarà ed Alessio Foconi. Una finale combattutissima e sentita, tra due campioni del fioretto. Alla fine il titolo di campione italiano è andato al bresciano Andrea Cassarà, campione olimpico a squadre ad Atene e Londra, col punteggio finale di 15-14. Con questo titolo Cassarà si laurea per la quarta volta campione italiano.

Vincere qui è magnifico – ha dichiarato Cassarà – ho grandi ricordi in Sicilia. A Catania, infatti, divenni campione del mondo e posso senz’altro ribadire che con questa terra ho un feeling particolare”. Sul podio anche l’acese Daniele Garozzo ed il livornese Edoardo Luperi.

Al termine delle parole di Cassarà spazio alla finale di spada, tra Daniel De Mola e Andrea Russo. Anche in questo caso finale molto equilibrata, che si decide solo dopo il minuto supplementare: ad imporsi è  lo spadista di Formia Andrea Russo.

E’ la più bella soddisfazione della mia carriera, non me lo aspettavo: pensate che addirittura avevo l’aereo di ritorno per le 19.30…”, questo il commento emozionato del neo campione italiano Andrea Russo. Terzo posto per Andrea Santarelli e Lorenzo Buzzi.

A chiudere la prima, splendida, giornata palermitana la finale di sciabola femminile tra Irene Vecchi e Sofia Ciaraglia. Il titolo italiano se lo è aggiudicato, al termine di un assalto tiratissimo e davvero bello, la capitolina Sofia Ciaraglia. Sul podio salgono anche Benedetta Taricco e Giulia Arpino.

Inaspettato questo successo per me, non ho parole per descrivere l’emozione che sto provando – ha commentato subito dopo la vittoria l’atleta romana – sono davvero contenta per questo risultato”.

Tanti applausi, infine, per le cerimonie di premiazione dei titoli italiani.

Il primo giorno di Palermo2019 va in archivio, ci si prepara per le gare di domani che vedranno come programma le gare a squadre di fioretto maschile, di spada maschile e di sciabola femminile. Spazio anche al campionato paralimpico, con il fioretto maschile e quello femminile.